I valori non negoziabili

Valori non negoziabili Valori non negoziabili Valori non negoziabili

Impegno politico e presidio dei  valori non negoziabili

La domanda dei “valori non negoziabili” unisce cattolici e non per affrontare l’attuale crisi che prima di essere economica è culturale e sociale. Una delle condizioni indispensabili per la tutela dei diritti umani e della democrazia è la laicità. Ove per laicità si intende l’autonomia relativa dello Stato dalla religione

 I cristiani, dunque, insieme alla società s’impegnano a diffondere e difendere i valori irrinunciabili perché convinti della loro imprescindibilità civica e morale.

 "Secondo Kant la persona in quanto tale non ha prezzo, ma dignità. Questo vuol dire che stringe rapporti di reciprocità e scambio, ma il corpo non è alla stregua delle merci. I valori non negoziabili sono parte integrante della persona: non sottostanno alle leggi di mercato, del compromesso o del trattabile. La difesa dei valori non negoziabili, dunque, è sinonimo di difesa della persona" (Prof. Markus Krienke) 



Fonte: Prof. Dr. Markus Krienke Prof. di Etica Sociale Cristiana alla Facoltà di Teologia di Lugano (Svizzera)

Il concetto di valori non negoziabilità è stato chiaramente espresso nella “Nota dottrinale circa alcune questioni riguardanti l’impegno e il comportamento dei cattolici nella vita politica”, emanata il 24 novembre 2002 dalla Congregazione per la dottrina della fede, firmata dal futuro Benedetto XVI. Scrive la nota: «non è compito della Chiesa formulare soluzioni concrete – e meno ancora soluzioni uniche – per questioni temporali che Dio ha lasciato al libero e responsabile giudizio di ciascuno». Il cristiano, però, se da una parte è chiamato ad «ammettere la legittima molteplicità e diversità delle opzioni temporali» egli è ugualmente chiamato «a dissentire da una concezione del pluralismo in chiave di relativismo morale, nociva per la stessa vita democratica, la quale ha bisogno di fondamenti veri e solidi, vale a dire, di principi etici che per la loro natura e per il loro ruolo di fondamento della vita sociale non sono negoziabili».

In questo senso, «la partecipazione diretta dei cittadini alle scelte politiche si rende possibile solo nella misura in cui trova alla sua base una retta concezione della persona». Le esigenze etiche fondamentali e irrinunciabili sono quelle che si concentrano sulla difesa dei valori non negoziabili, quindi il bene integrale della persona: il diritto e la tutela della vita fin dal concepimento, quindi la dignità del vivere e del morire; la tutela e la promozione della famiglia fondata sul matrimonio monogamico tra persone di sesso diverso, protetta nella sua unità e stabilità e alla quale non possono essere giuridicamente equiparate in alcun modo altre forme di convivenza; la tutela e libertà di educazione, sviluppo ed istruzione dei propri figli per i propri figli; la libertà di espressione religiosa.

L’espressione valori non negoziabili, dunque, è stata elaborata dall’allora Cardinale Ratzinger ed è entrata nel lessico comune. Per la chiesa ed i cattolici i valori non negoziabili sono imprescindibili, impossibili cioè da transigere. Questa dichiarazione si accompagna alla necessità di mettere la persona al centro di qualsiasi discorso: per superare questa crisi bisogna riconoscere che essa è essenzialmente antropologica e che il fulcro non è il denaro (mera merce di scambio) ma il valore dell’essere umano. La prima istituzione che dovrebbe riconoscere la centralità della persona è sicuramente lo Stato e, di conseguenza, tutti i suoi organi, tra cui le famigerate banche. In questo modo, si otterrà il riconoscimento della tutela delle famiglie e delle categorie deboli, trascinate, oggi, sul baratro della povertà.

Per Approfondimenti rimandiamo il lettore ad altre letture del
Prof. Dr Markus Krienke:

La Libertà Religiosa
La Famiglia e i suoi valori non negoziabili alla luce della Dottrina della Chiesa
La Liberta educativa

Letto 62003 volte
Agenda Monti App

L'Agenda Monti


L'applicazione dedicata all'Agenda Monti, articolata nei suoi quattro punti fondamentali: 

- Italia, Europa

- La strada per la crescita

- Costruire un'economia di mercato, dinamica e moderna

- Cambiare mentalità, cambiare comportamenti

Scaricala gratuitamente da qui
 

Newsletter

Live tweet


Link utili

Lista civica con Monti per L'Italia

UDC - Unione di Centro

Avvenire