Venerdì, 11 Ottobre 2013 09:18

Napolitano festeggia i Nonni d'Italia

Lo scorso 2 Ottobre l'Italia ha festeggiato i nonni. L'Augurio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

"Con il loro patrimonio di umanità, saggezza ed esperienza, (i nonni) offrono quotidianamente generoso e prezioso sostegno alla crescita ed allo sviluppo dei piu' piccoli"

E noi ci uniamo a questi auguri ricordando che anche Lucerna festeggerà, come consuetudine ormai da 8 anni, i suoi nonni il 12 e 13 Ottobre prossimi!
Pubblicato in Blog
Giovedì, 03 Ottobre 2013 08:17

Nuove Intese: il post Berlusconi

Durante il Governo Monti, in molti si sono preoccupati per l'introduzione delle nuove tasse, votate si da tutto il parlamento, ma canzonate pubblicamente dagli altri schieramenti (di li a poco ci sarebbero state le elezioni). Oggi, dopo quasi 7 mesi di Governo Letta, difficile anche da formare, ci ritroviamo con l'Iva maggiorata di un altro punto, al 22%, l'Imu e una nuova tassa in vigore da gennaio 2014 che dovrebbe sostituire l'Imu e invece l'ha incrementata ulteriormente. In tutto ciò, il tasso di disoccupazione giovanile al 40,1%.
Pubblicato in Blog
Martedì, 23 Aprile 2013 13:56

Il "nuovo-vecchio" Presidente

Ci sono momenti nella storia di cui gli storici preferirebbero parlare piuttosto che vivere in prima persona. Il 20 Aprile per molti è stato uno di questi momenti. Il Parlamento Italiano ha ri-eletto con 738 voti (48 in meno delle scorse elezioni) Giorgio Napolitano, 88 anni e prima di sabato deciso ad andare finalmente in pensione. Ma cosa è successo? Sono stati giorni concitati che hanno visto il declino del PD e soprattutto dei suoi lader storici tra i quali lo stesso Bersani, che alla quarta votazione (dopo il doppio no a Marini e Prodi) è stato costretto a dimettersi, ammettendo lo sgretolamento della sinistra italiana. Tra i nomi papabili c'era quello di Rodotà, da sempre sostenuto dal PD, ma infine abbandonato dai bersaniani perché proposto dal M5S (in realtà, candidato del web non di Grillo e con l'appoggio dei Montiani); c'è stato l'abbraccio tra Alfano e Bersani, molto poco gradito dalla maggior parte dei parlamentari cosi come da molti elettori del PD che davanti al Parlamento hanno bruciato le tessere del partito
Alla fine, Napolitano ha dovuto fare marcia indietro ed erigersi a salvatore di una Patria alla deriva. Applausi fragorosi dopo l'elezione che il saggio Presidente non ha gradito nella misura in cui ha ammonito i partiti litigiosi e per nulla curanti del Paese. Che cosa avessero da applaudire Berlusconi, PD e co, poi, rimane un mistero dato lo scellerato modo di condurre che in 2 mesi di non governo ha portato l'Italia ancora di più sul baratro. 

Da domani al via le consultazioni per il nuovo governo tecnico, in carica, si suppone, per almeno un anno prima di nuove elezioni. Siamo al punto di partenza.
Pubblicato in Blog
Mercoledì, 20 Marzo 2013 10:33

Quirinale: al via le consultazioni

Nei giorni scorsi, tra mille polemiche e diverse votazioni, sono stati eletti i presidenti di Camera e Senato, rispettivamente: Laura Boldrini e Pietro Grasso. Le polemiche, soprattutto in Senato dove 7 grillini hanno scelto la via della mediazione votando colui che Grillo ha definito "una foglia di fico" del PD, Pietro Grasso. Commento tanto più inappropriato perchè Grasso è l'ex procuratore nazionale antimafia, uomo dagli altissimi principi morali e una conoscenza del panorama italiano da far invidia, che sale al Senato e tenta di restituirgli dignità ed efficienza. Del resto, con questi numeri, Grillo, che attraverso anatemi e minacce di espulsione poi ritirate, sembra l'unico a non aver capito che senza compromesso si tornerà al voto entro giugno e i presupposti sembrano esserci tutti.

Stamattina i nuovi leader incontreranno Giorgio Napolitano e il PDL minaccia di far cadere il governo se alla presidenza della Repubblica non salirà un "moderato".

Mentre si litiga sulle cariche istituzionali, la situazione dell'Italia peggiora sempre di più: sale lo spread, la disoccupazione e le aziende continuano a chiudere, mentre le file dei "nuovi poveri" aumentano e si teme il contagio "Cipro". Nessun programma, qualora ce ne fossero perchè in mezzo a questi litigi non si capisce più nulla, sembra avere i numeri per essere attuato e chi aveva promesso riforme ora sembra averlo dimenticato...
Pubblicato in Blog
Come leggere il rifiuto di Giorgio Napolitano di incontrare Peer Steinbrueck?
Ecco i fatti: Giorgio Napolitano, in visita istituzionale in Germania, avrebbe dovuto incontrare a Berlino il leader del Partito Socialista Europeo Peer Steinbrueck. Il presidente della Repubblica, però, non ha digerito il commento ai risultati elettorali del Leader tedesco, in particolare la frase " In Italia due Clown" riferendosi a Grillo e a Berlusconi.
Pubblicato in Blog
Venerdì, 25 Gennaio 2013 22:52

Franco Aufiero

Per votarmi devi conoscermi!

Mi chiamo Franco Aufiero, sono italiano, nato a Santa Paolina (AV) nel 1951. Dopo un periodo vissuto in Germania, dal 1973 vivo in Svizzera, dove risiedo e lavoro nel Canton di Lucerna, da ormai oltre 40 anni .

Dopo aver conseguito il diploma professionale di Stato per l’industria e l’artigianato a Viterbo, mi sono trasferito prima in Germania e poi in Svizzera, a Wolhusen (Lucerna). Partito poco più che ventenne, la Svizzera è diventata la mia seconda casa e qui ho perfezionato i miei studi presso l’EDP di Lucerna. Oggi lavoro presso la Transitgas AG del Gruppo ENI e, dal Gennaio 2012, del gruppo FluxSwiss (Belgio).

Sono sempre stato uno sportivo ed ho celebrato la mia passione in una lunga carriera sportiva nei tornei Giovanili (Juniorren) Under 16 e Under 18 nel Viterbese della Regione Lazio, e dal 1974 al 1996 come calciatore e allenatore  per le Giovanili di FC Wolhusen e di  FC Luzern (LU). Negli anni in cui ho allenato le Giovanili del Lucerna, la prima squadra del Lucerna vinse il Campionato e lo Scudetto (anno 1988/89), mentre nel 1992 si aggiudicò la Coppa Svizzera.
L' esperienza calcistica, oltre ad essere stata soddisfacente da un punto di vista agonistico, mi ha permesso un accrescimento personale e spirituale: per anni, infatti, ho convissuto con i giovani e le loro famiglie, le gioie, i problemi, le difficoltà economiche e di convivenza... lo sport è stato soprattutto un insegnamento di vita: per fare politica bisogna essere prima e dopo l’elezione, un membro attivo della società perché solo vivendo questo tipo di esperienze si può dare un contributo reale.

Sono cattolico e ho sempre agito in difesa dei valori non negoziabili, della famiglia, e per il sostegno e l’integrazione degli italiani all’estero. Il mio impegno politico è stato ufficializzato nel 2008 attraverso la candidatura tra le fila dell’UDC (Unione Democratici di Centro) nella Circoscrizione Europea per la Camera dei Deputati nelle Elezioni Politiche.

Nel 2009, il Senatore Gino Trematerra , Responsabile degli "Italiani nel mondo" dell’UDC, mi ha nominato Responsabile dell’UDC per gli Italiani Residenti in Svizzera.

Come sopra accennavo, da italiano emigrato all’estero, l’integrazione è sempre stata un impegno fondamentale. Sono membro della Commissione per l’Integrazione del Comune di Wolhusen (LU) e nel COMITES (Comitato degli Italiani all’Estero) sono responsabile della Commissione Terza Età a Lucerna. Ho avviato diversi progetti e, tra i più importanti, i reparti “mediterranei” nelle case di cura svizzere, riservati alle cure degli italiani anziani residenti all’estero, in cui si parla, si mangia e si pensa in italiano. I reparti “mediterranei” sono realtà già esistenti in Zurigo, Basilea e Berna. L’inverno della vita può non essere tanto freddo: con il sostegno delle famiglie, delle istituzioni e di quelli che rimangono, è possibile vivere un'altra porzione d’esistenza gioiosa e degna.

Per me la famiglia è fondamentale: è il pilastro di una società sana. Uno dei perni sul quale la famiglia si regge sono i nonni. Dal 2006, in occasione della festa promossa per loro dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano (ogni 2 di Ottobre, nella festa dei Santi Angeli Custodi), ho voluto diffondere questo costume anche in Svizzera, a Lucerna. Nel 2012, siamo giunti alla settima edizione e vogliamo continuare a festeggiare questa ricorrenza, diffondendola in tutta la Svizzera e nel resto d’Europa.  

Come vi ho detto, sono oltre 40 anni che risiedo in Svizzera. Il mio impegno Politico nell’ UDC (Unione Democratica di Centro), sin dalla mia prima Candidatura alla Camera dei Deputati alle Elezioni Politiche del 2008 nella Circoscrizione Europa, è stato sempre rivolto e attento a difendere e promuovere i Valori non Negoziabili, anche come Presidente della Commissione della Terza Età del CO.MI.TES di Lucerna.

Anche adesso che sono stato Candidato come Capolista alle Elezioni Politiche del 2013, nella Circoscrizione Europa nella LISTA “CON MONTI per l’ITALIA”, voglio continuare a proporre e difendere I VALORI NON NEGOZIABILI: La Famiglia, la Vita dal suo inizio al suo naturale compimento, la libertà dell’Educazione e la libertà Religiosa. Il nostro paese sta attraversando una profonda crisi economica, sociale e culturale. Da anni sono impegnato e oggi mi propongo per dare un contributo politico concreto, aderendo alla realizzazione dell’ Agenda Monti.

Pubblicato in Non categorizzato
Agenda Monti App

L'Agenda Monti


L'applicazione dedicata all'Agenda Monti, articolata nei suoi quattro punti fondamentali: 

- Italia, Europa

- La strada per la crescita

- Costruire un'economia di mercato, dinamica e moderna

- Cambiare mentalità, cambiare comportamenti

Scaricala gratuitamente da qui
 

Newsletter

Live tweet


Link utili

Lista civica con Monti per L'Italia

UDC - Unione di Centro

Avvenire