Domenica, 11 Dicembre 2016 11:27

Ringraziamenti

A distanza di una settimana dal voto sul Referendum Costituzionale del 4 dicembre 2016 voglio ringraziare tutti i Connazionali residenti all’Estero che hanno partecipato ed espresso il loro voto e a chi ha deciso di non farlo A tal proposito voglio condividere con voi tutti,  l’analisi fatta sul voto del Referendum del 4 dicembre 2016 dal Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale Paolo Maddalena:

“Ha vinto il Popolo, indipendentemente dalle propagande partitiche che hanno ignorato i principi supremi della Costituzione.  Hanno vinto tutti poiché la Costituzione pone sullo stesso piano i cittadini qualunque sia il loro voto.
Ora si impone l’attuazione concreta della Costituzione sia per quanto riguarda la tutela ambientale, sia per quanto riguarda gli aspetti economici e finanziari.

Abbiamo avuto la conferma che una gran massa di Italiani ha a cuore il bene della propria Nazione: spetta ora ai più volenterosi il compito di unire ed aggregare queste forze.

Il programma da attuarsi è già scritto nella prima parte della Costituzione, ed in particolare nella sezione terza dedicata ai rapporti economici.
Imperativo categorico è quello di riappropriarci della nostra sovranità, del nostro territorio, dei nostri beni e dei nostri servizi, tenendo presenti le esigenze di un’Europa unita su un piano di parità tra le Nazioni (Art. 11 della Costituzione)”.     

(Paolo Maddalena)

 

Franco Aufiero

 

Pubblicato in Blog
Martedì, 22 Novembre 2016 19:27

Referendum Costituzionale: Io voto No

L’Italia ci chiede di andare a votare e noi dobbiamo farlo per esprimere chiaramente il nostro dissenso: NO ad una Riforma Costituzionale che ci rende meno italiani perché, di fatto, ci impedisce di esprimere il nostro pensiero. Se vince il fronte opposto, infatti, noi italiani residenti all’estero perderemo per sempre l’occasione di votare il Senato Italiano: questo significa perdere i nostri rappresentanti nel governo italiano, quelli che ci tutelano dinnanzi allo Stato Italiano e che mediano con le autorità locali. Questi ultimi anni hanno significato solo tagli e dobbiamo dire basta!

Pubblicato in Blog
Per restituire i soldi dell'Imu agli italiani, Berlusconi ha parlato di un accordo fiscale con la Svizzera. Stamattina Anrokos ha pubblicato un'intervista telefonica rilasciata dall'ex procuratore a Lugano Paolo Bernasconi, autore della legge elvetica antiriclaggio. Bernasconi ha ricordato che questo fusso verrebbe bloccato per almeno "quattro o cinque anni" attraverso un referendum: "Per prima cosa vorrei ricordare che il governo Berlusconi è stato per anni ferocemente avversario di questo tipo di accordi per molti motivi. Nel frattempo in questi anni in Svizzera è maturata un'opposizione popolare che ha portato ad una richiesta di referendum contro lo stesso accordo con la Germania, l'Austria e la Gran Bretagna, per la quale sono state raccolte le centomile firme necessarie. Se si facesse l'accordo con l'Italia -argomenta l'avvocato- ci sarebbe un'altra raccolta di firme con una successiva votazione popolare dall'esito quanto mai incerto, che comunque ritarderebbe il flusso desiderato da Berlusconi di almeno quattro o cinque anni".

Giudicate voi
Pubblicato in Blog
Agenda Monti App

L'Agenda Monti


L'applicazione dedicata all'Agenda Monti, articolata nei suoi quattro punti fondamentali: 

- Italia, Europa

- La strada per la crescita

- Costruire un'economia di mercato, dinamica e moderna

- Cambiare mentalità, cambiare comportamenti

Scaricala gratuitamente da qui
 

Newsletter

Live tweet


Link utili

Lista civica con Monti per L'Italia

UDC - Unione di Centro

Avvenire