Giovedì, 14 Marzo 2013 09:53

"Habemus Papam" Francesco

Vota questo articolo
(0 Voti)
Papa Francesco Papa Francesco Papa Francesco
Ieri sera, poco dopo le 19, fumata bianca dal comignolo della Basilica di San Pietro. Dopo poco più di mezz'ora, tra le urla di gioia  della piazza circostante in festa, ecco uscire il successore di Pietro, il Cardinale Jorge Mario Bergoglio, Papa Francesco.
Classe '36, Gesuita, di umili origini italiane (il papà era un ferroviere), Papa Francesco è il primo Papa argentino, da quel sud del mondo troppo spesso dimenticato dal mondo, Chiesa compresa. Ecco le parole del Papa  "Fratelli e sorelle buonasera. Voi sapete che il dovere del Conclave è di dare un Vescovo a Roma. Sembra che i miei fratelli cardinali sono andati a prenderlo quasi alla fine del mondo. Ma siamo qui... Vi ringrazio dell'accoglienza, alla comunità diocesana di Roma, al suo Vescovo, grazie. E prima di tutto vorrei fare una preghiera per il nostro Vescovo emerito Benedetto XVI. Preghiamo tutti insieme per lui, perché il Signore lo benedica e la Madonna lo custodisca". Papa Francesco ha continuato recitando insieme ai fedeli del mondo il Padre Nostro e l'Ave Maria e ha concluso chiedendo ai fedeli di pregare per lui: "adesso darò la benedizione a voi e a tutto il mondo, a tutti gli uomini e donne di buona volontà", ha proseguito, impartendo la benedizione in latino e concedendo l'indulgenza plenaria. "Grazie tante dell'accoglienza. Pregate per me e a presto, ci vediamo presto. Domani voglio andare a pregare la Madonna perché custodisca tutta Roma. Buona notte e buon riposo".

Poche parole dense di gesti e significati: innanzitutto quell'inusuale e amichevole "buonasera" all'uscita sul balcone; poi si è rivolto ai cardinali definendoli "fratelli" e non emeriti come si usa di solito; ha ribadito la sua provenienza da quel Sud del mondo che pare quasi esserne la fine; ha invocato più volte la preghiera per se, per Benedetto XVI e per tutta i fedeli, recitando i versi più semplici, il Padre Nostro e l'Ave Maria; infine ha chiesto l'aiuto della preghiera per il suo pontificato. E quel nome, quel richiamo all'origine del cattolicesimo a quel fraticello che rinunciò al denaro e all'amore carnale per dedicare la propria esistenza agli altri secondo gli insegnamenti di Cristo, camminava scalzo e chiamava i suoi "fratelli"; quel Francesco D'Assisi che mai nessun Papa aveva scelto come proprio nome. L'inizio di una nuova era? Staremo a vedere. Per ora preghiamo per lui e per il bene della Chiesa e di tutti i suoi fedeli.
Letto 8754 volte
Agenda Monti App

L'Agenda Monti


L'applicazione dedicata all'Agenda Monti, articolata nei suoi quattro punti fondamentali: 

- Italia, Europa

- La strada per la crescita

- Costruire un'economia di mercato, dinamica e moderna

- Cambiare mentalità, cambiare comportamenti

Scaricala gratuitamente da qui
 

Newsletter

Live tweet


Link utili

Lista civica con Monti per L'Italia

UDC - Unione di Centro

Avvenire